La Piscina, l’acqua, il sale e il sole

Al lato della grande quercia, su un piccolo poggio ed in posizione rialzata rispetto alla casa trovate la nostra piscina. Siamo sulla vecchia gora di  contenimento dell’acqua che tramite una chiusina defluiva verso  il vecchio mulino, facendo  girare le grandi  macine di  pietra, alcune delle quali ancora visibili ( in giardino e all’entrata).

casale1gra

E’ una piscina dove si può oziare ma anche nuotare con piacere, avendo una dimensione ragguardevole, ben 15mt x 5 mt, non comune tra le strutture ricettive della zona, con un bellissimo  bordo a sfioro .

Circondata da una pedana di  travertino chiaro e con una comoda scala romana, garantisce  un accesso semplice ad  anziani o genitori con figli piccoli.

Per quanto riguarda l’impiantistica, la nostra piscina non è una normale piscina al cloro, bensì una piscina depurata usando il sale.

casale2gra

I vantaggi

Assenza di impiego di prodotti chimici normalmente aggiunti per la disinfezione (cloro, bromo, ossigeno, O3) ed utilizzo di sale di alta qualità. Le piscine con soluzione salina per il mantenimento dell’acqua sono ancora considerate un’eccezione, anche se negli ultimi anni, specialmente in Francia ed in Australia, si è cominciato ad apprezzarne le indubbie qualità terapeutiche. Le persone che si ritengono “allergiche” o particolarmente “sensibili” al cloro in realtà lo sono spesso agli altri composti chimici presenti nei sistemi tradizionali di clorazione e in genere di sterilizzazione. Il livello medio di cloro in una piscina è di norma di poco superiore a quello presente nell’acqua potabile di molte zone del nostro paese. Il cloro usato per rendere potabile l’acqua è 0,2 ppm , il  cloro in piscina con impianto di sterilizzatore salino è pari a 0,5-0,8 ppm, il cloro in piscina con sistema di sterilizzatore tradizionale invece si posiziona tra i 2-5 ppm Tutte le persone particolarmente infastidite dalla presenza di cloro in piscina non manifestano mai lo stesso disagio in una piscina mantenuta con sterilizzatore salino.  Addio occhi rossi o  quasi, il galleggiamento è molto  più agevole ed infine fare il bagno nella nostra piscina non lava via l’abbronzatura…

Come funziona

L’acqua della piscina, leggermente salata meno dell’acqua di  mare, è sottoposta all’azione della cella elettrolitica per produrre ipoclorito di sodio (NaOCl)  che si ottiene dalla reazione elettrochimica del cloruro di sodio (NaCl, il comune sale marino) con l’acqua (H2O). Questa reazione avviene per il passaggio di corrente continua a bassissimo voltaggio che, nella cella inserita nell’impianto di filtrazione esistente, produce un potente effetto disinfettante e alghicida contribuendo sensibilmente alla riduzione dei composti chiamati “clorammine”, responsabili dello sgradevole odore di “cloro” presente nelle piscine tradizionali. L’uso dell’apparecchio per elettrolisi salina, dotato di cella autopulente in titanio-iridio ad alta efficienza, elimina totalmente la necessità di utilizzare prodotti chimici per la disinfezione e per eliminare le alghe, evitando il formarsi di residui verdastri lungo le pareti. L’aggiunta poi di uno strumento di controllo per Ph e/o Redox rende la piscina totalmente automatizzata. L’esclusivo ed innovativo sistema di controllo del Ph con l’utilizzo di anidride carbonica (Co2), che ha proprietà batteriostatiche e fungistatiche, garantisce un’acqua totalmente priva di agenti chimici dannosi per la pelle.

casale8gra

I sali utilizzati

Per questo tipo di piscina usiamo il Sale di  Volterra,  per ottenere il massimo in termini di benefici salutari dall’impianto di sterilizzazione elettrolitica, oltre ad una qualità dell’acqua sempre ineccepibile. Fin dai tempi degli etruschi dalla salina di Volterra viene estratto il sale di ebollizione, un sale proveniente da giacimenti sotterranei risalenti a sei milioni di anni fa, che raffinato diventa un sale finissimo di alta purezza con un tenore di NaCL pari a 99,7 %.

Il ricircolo dell’acqua

Abbiamo sempre pensato alla nostra struttura come una realtà autosufficiente e possibilmente con basso impatto ambientale. Per questo siamo tra i pochi a depurare le acque di scarico della piscina  e soprattutto a garantire ai  nostri  ospiti il rispetto delle norme di ricambio dell’acqua , fondamentali per la salubrità della piscina. Cambiamo l’acqua una volta l’anno interamente  e ogni  settimana per un 3%.  L’acqua di scarto  viene  depurata in loco tramite impiantii adeguati e la decantazione nella cisterna sotterranea , al punto da essere resa potabile, per poter essere  in parte immessa  in piscina e per il resto utilizzata per innaffiare il nostro orto e i nostri prati con uno spreco  minimo.

L’acqua potabile utilizzata nell’agriturismo  viene dal nostro pozzo , resa potabile e messa a disposizione dei nostri ospiti. La nostra struttura è totalmente autosufficiente per il suo fabbisogno  di questa preziosa risorsa  e tramite l’impianto fotovoltaico produciamo  tutta l’energia elettrica che necessitiamo.